Variabili che influenzano il prezzo di un’opzione e i coefficienti di sensibilità le greche

Fattori che influenzano il valore di unopzione. Tipologie di opzioni in base al diritto di acquistare o vendere

Le opzioni: strumenti derivati per gestire e sfruttare la volatilità le caratteristiche Un'opzione e' un contratto che conferisce al compratore il diritto di acquistare Call o vendere Put un bene ad un prezzo prefissato detto strike price o prezzo di esercizio ad una certa data futura.

fattori che influenzano il valore di unopzione

Le opzioni possono essere di tipo europeo o americano. Nel caso siano di tipo europeo il diritto puo' essere esercitato solo alla scadenza, se sono di tipo americano il compratore puo' esercitare il suo diritto in qualsiasi momento e non soltanto alla scadenza. A fronte della stessa attivita' sottostante sussistono diversi contratti di opzione Call oppure Put a seconda del prezzo di esercizio.

fattori che influenzano il valore di unopzione

Solitamente se il prezzo d'esercizio di un'opzione Call Put e' inferiore superiore al prezzo corrente dell'attivita' sottostante l'opzione si dice "in-the-money" cioe' se scadesse in questo momento originerebbe un guadagno; se il prezzo di esercizio e' pari a quello dell'attivita' sottostante l'opzione si dice "at-the-money" altrimenti si dice "out-of-the money" ed in entrambi i casi non genera alcun flusso. In sostanza la differenza tra il prezzo del titolo ed il prezzo di esercizio o viceversa determina se un'opzione e' da considerarsi In-the-money, Atthe money o Out-of-the money, ovvero se l'eventuale esercizio genera un'entrata di cassa o meno.

Un contratto di opzione da' al compratore il diritto, ma non l'obbligo, di fare qualcosa e cio' differenzia questo contratto dagli altri contratti a termine come il contratto futures, per esempio dove sia il compratore che il venditore si impegnano a comprare o vendere l'attivita' sottostante. Il contratto di opzione estingue generalmente gli obblighi del compratore al momento della stipulazione con il pagamento del premio. Successivamente, il compratore non ha piu' obblighi ma soltanto la facolta' di esercitare il suo diritto.

Per questo motivo il detentore di un'opzione beneficia della possibilita' di guadagni teoricamente illimitati mentre puo' subire perdite limitate al massimo possono essere pari al premio pagato.

I profitti illimitati derivano, per esempio per un'opzione Call, dal fatto che chi detiene l'opzione, se decide di esercitarla e cioe' quando il valore dell'attivita' sottostante e' maggiore del prezzo d'esercizio e' in grado, rivendendo subito l'attivita' sottostante ai prezzi di mercato, di guadagnare la differenza tra il valore dell'attivita' sottostante ed il prezzo di esercizio pagato.

Questa asimmetria nella distribuzione dei pay-off evidenziata nella Figura 1 e' la caratteristica principale che distingue le opzioni da tutti gli altri strumenti derivati.

Opzioni, Vertical Call debit Spread su Intesa San Paolo La Borsa Valori, quando si parla di opzioni, va equiparata al più grande mercato assicurativo dove i grandi investitori impostano strategie che prevedono profitti o perdite a seconda del determinarsi di eventi a loro favorevoli o meno. Rispetto ai classici strumenti azionari, esclusivamente direzionali, dalle opzioni è possibile determinare un profitto anche con un mercato estremamente laterale? Mi soffermo su un esempio esclusivamente numerico che, per ora, non contempla le varie componenti facenti parti di un premio di una opzione e che considera il risultato finale a scadenza. Dalla figura si nota, sul lato sinistro, il punto di break-even se a scadenza si trova al di sopra di tale valore si ha un profitto ed anche le greche che regolano il valore del premio durante la vita della opzione. Il Gamma è invece la variazione del Delta al variare del sottostante.

Si noti comunque che la stipula di un contratto futures non costa nulla, l'acquisto di un contratto di opzione comporta un costo il premio! Invece il venditore di un'opzione incassa il premio ma subisce l'esercizio del diritto di acquistare o vendere dell'acquirente. Per tale motivo il suo profilo di pay-off e' rappresentato dall'incasso del premio, che rappresenta il suo massimo profitto, mentre subisce il rischio di perdite potenzialmente illimitate.

Prova DEMO Cosa sono le opzioni Un'opzione è un contratto con il quale una parte acquisisce, dietro versamento di un premio, il diritto ma non l'obbligo di acquistare o vendere alla controparte, entro o ad una determinata scadenza, un sottostante ad un prezzo prefissato detto strike price. Il diritto ma non l'obbligo di acquistare o vendere è la principale caratteristica che differenzia un contratto di opzione da un contratto future, in quanto entrambi sono contratti a termine la cui esecuzione dell'operazione sul sottostante avverrà a una certa scadenza, ma per le opzioni c'è la possibilità per il compratore di non eseguire la prestazione in caso di andamento a lui contrario del sottostante.

Puo' sembrare strano che qualcuno accetti un rischio di questo genere. In realta' non solo le controparti offerenti esistono, ma questa attivita' a volte si puo' rivelare piuttosto profittevole.

  1.  - Мидж улыбнулась, помахивая пачкой документов.
  2. I siti Internet possono fare soldi
  3. Ему в голову пришла другая мысль.
  4. I principali fattori che influenzano il prezzo di un'opzione - Traderpedia

Cio' accade grazie alla possibilita' di vendere l'opzione e di coprirsi dai rischi illimitati di tale operazione attraverso strategie dinamiche sull'attivita' sottostante generalmente effettuate da operatori professionali. Tali strategie dinamiche, chiamate "delta hedging", permettono di gestire il rischio replicando fino alla scadenza l'evoluzione del prezzo dell'opzione venduta attraverso la creazione di un'opzione "sintetica" cioe' di un portafoglio di attivita' avente lo stesso profilo di payoff dell'opzione venduta.

In questo modo le eventuali perdite generate dal contratto di opzione venduto vengono compensate dai guadagni sull'opzione "sintetica". Come si puo' replicare il profilo di pay-off di un'opzione e percio' il suo prezzo oggi che corrisponde al valore del portafoglio che ora e' in grado di replicare il profilo di pay-off dell'opzione?

fattori che influenzano il valore di unopzione

Le opzioni, come tutti gli altri strumenti derivati, sono strumenti il cui prezzo dipende da quello dell'attivita' sottostante, cioe' da quella attivita' nei confronti della quale viene stipulato il contratto di opzione, secondo una relazione i cui concetti basilari vengono evidenziati con un semplice esempio. Si consideri una situazione molto semplice in cui il prezzo di un'azione e' di Lit.

I principali fattori che influenzano il prezzo di un'opzione Da Traderpedia. La volatilità è il fattore più difficile da quantificare ed è il fattore che impatta significativamente sul valore temporale di un'opzione.

Si ipotizzi che alla scadenza dell'opzione l'azione possa assumere solo due valori: Lit. Il prezzo dell'opzione seguira' l'andamento dell'attivita' sottostante, cioe' dell'azione.

Cosa sono le opzioni

Sappiamo che a scadenza il pay-off dell'opzione Call e quindi il suo prezzo e' un valore pari al maggiore tra zero e la differenza tra il prezzo corrente dell'azione ed il prezzo strike dell'opzione, che ipotizziamo essere pari a Lit. Il valore finale dell'opzione e' Lit. La Figura 2 fattori che influenzano il valore di unopzione questa situazione utilizzando un albero binomiale: Figura 2 - Albero binomiale del prezzo di un'azione e di un'opzione.

Si consideri un portafoglio in cui e' stata venduta l'opzione ed e' stata acquistata una quantita' dell'azione. Determiniamo il valore che rende il portafoglio privo di rischio.

fattori che influenzano il valore di unopzione

Tale valore corrisponde a pari a 0. Il valore corrente del portafoglio e' pari a: 0. Essendo noto il valore a scadenza di questo portafoglio ed essendo tale valore unico, esso, in assenza di opportunita' di arbitraggio, deve avere un rendimento pari al tasso privo di rischio ad un mese. Sapendo che il valore finale del portafoglio sara', con certezza, Lit.

I principali fattori che influenzano il prezzo di un'opzione

Si noti che il prezzo dell'opzione non e' stato determinato seguendo il classico approccio del valore atteso oppure del valore a cui un soggetto e' disposto a scambiare un'entrata certa contro due possibili alternative caratterizzate da incertezza. In questo caso il prezzo dell'azione e' stato determinato in base all'approccio del non-arbitraggio e percio' il prezzo dell'opzione e' unico qualsiasi sia l'avversione al rischio del soggetto che compra o vende l'opzione.

Chiaramente, l'esempio e' molto semplice, nella realta' il prezzo di un'azione non assume potenzialmente solo due valori dopo un mese. Comunque, nella sostanza, il ragionamento seguito nell'esempio e' molto simile all'approccio usato da Black e Scholes nel derivare la formula di valutazione delle opzioni considerando una particolare distribuzione di probabilita' dei possibili valori che un'attivita' azionaria puo' assumere dopo un mese.

Anche la formula di Black e Scholes si fonda sul principio di non-arbitraggio, cioe' sul fatto che il prezzo di un titolo derivato e' corretto quando non sussistono opportunita' di profitto prive di rischio che possono essere realizzate attraverso la contemporanea negoziazione dell'opzione e dell'attivita' sottostante.

le caratteristiche

Per una trattazione piu' formale della formula di Black e Scholes si rimanda a testi specializzati, ed in particolar modo al libro di Hull Ci limitiamo in questa sede alla semplice presentazione della formula di valutazione delle opzioni su azioni. Secondo la formula di Black e Scholes il valore di una Call e di una Put europea e' dato da: Dove dove S e' il prezzo corrente dell'azione, N.

E' importante soffermarsi brevemente sui principali fattori che influenzano il prezzo di un'opzione europea scritta su un'azione. Essi sono: i il prezzo dell'azione, ii il prezzo di esercizio, iii il tasso di interesse privo di rischio, ivla volatilita', v il tempo a scadenza.

Variabili che influenzano il prezzo di un’opzione e i coefficienti di sensibilità le greche

L'influenza di questi fattori nel prezzo di una Call o di una Put sono riassunti nella Figura 3. Gli effetti del prezzo dell'azione sottostante e del prezzo di esercizio su una Call oppure su una Put sono abbastanza intuitivi. Il valore finale di una Call che viene esercitata e' pari alla differenza tra il prezzo dell'azione ed il prezzo di esercizio.

Percio' le calls valgono di piu' al crescere del prezzo dell'azione e meno al crescere del prezzo di esercizio. Puo' sembrare strano invece che la volatilita' non produca effetti simmetrici tra Call e Put ma lo stesso effetto. La spiegazione intuitiva di tale fattori che influenzano il valore di unopzione e' dovuta al fatto che un'alta volatilita' accresce la possibilita' che l'azione salga o scenda strategia con indicatore a zigzag. Tuttavia, colui che possiede un'opzione puo' beneficiare senza limiti di un movimento a lui favorevole del prezzo dell'azione mentre il rischio di un movimento avverso e' limitato al premio pagato.

Quindi la volatilita' e' gradita al detentore di un'opzione e questo e' riflesso nel prezzo.

I fattori che influenzano il prezzo di un’opzione

Si consideri ora l'effetto della data di scadenza. All'aumentare del tempo a scadenza il premio di una Call europea cresce poiche' diminuisce il valore attuale del prezzo di esercizio ed aumenta la volatilita' che e' proporzionale al tempo. Per una Put europea invece, il tempo ha due effetti contrastanti sul premio: da una parte lo accresce aumentando la volatilita', dall'altra lo riduce, diminuendo il valore attuale del prezzo di esercizio.

Pertanto non e' certo se un aumento del tempo a scadenza genera un aumento o una dimunuzione del valore della Put.